Leggi on line l'ultimo numero del Medical Network 

 

 

Ora e sempre 

SUMAISTI!


Editoriale di Antonio Magi


 

 

Care colleghe e cari colleghi, questo nostro 51° Congresso Nazionale si apre in un momento delicato per il Paese.
L’attività politico-parlamentare è infatti concentrata principalmente sul Documento di economia e finanza e sulla relativa nota di aggiornamento. In particolare il Ministro della Salute, Giulia Grillo, su questo punto ha annunciato un miliardo in più per il Fondo sanitario 2019 (prima dell’accordo raggiunto dalla maggioranza nella nota di aggiornamento al Def di alzare il deficit Pil al 2,4% per i prossimi tre anni), garantendo quindi quanto già previsto dalla scorsa Legge di Bilancio del Governo Gentiloni il quale stabiliva di far salire il Fsn 2019 fino a quota 114,4 miliardi. Cifra che secondo alcune analisi sarebbe del tutto insufficiente per provvedere ai rinnovi contrattuali,

per lo sblocco del tornover, per l’erogazione dei nuovi Lea,
per l’eliminazione del superticket e le borse di studio per gli specializzandi. Per fare tutto ciò infatti, il Fsn ha bisogno, complessivamente, di un aumento di 4 miliardi. Da questo punto di vista la nota di aggiornamento del Def e la legge di Bilancio saranno fondamentali. Il ministro ha rassicurato sull’impegno dell’Esecutivo nel trovare le necessarie per diminuire la spesa sanitaria a carico dei cittadini e le soluzioni migliori per garantire più attenzione alla salute di tutti. Staremo a vedere nella speranza ovviamente che ciò accada, al momento in cui scrivo queste righe però la situazione è in divenire e l’Italia, per la volontà del Governo di alzare il deficit Pil al 2,4%, è nuovamente l’osservata speciale tra i Paesi europei.

Per quanto riguarda l’attività sindacale in senso stretto sono ricominciati gli incontri con la Sisac per discutere l’adeguamento della parte economica dell’Acn della specialistica ambulatoriale relativamente al 2018. Siamo dunque in una fase interlocutoria e, anche qui, è presto per fare previsioni.

Quel che è certo è il nostro impegno, del Sumai Assoprof, nel fare la nostra parte, nel rispetto degli interessi degli iscritti e dei bisogni di salute dei cittadini. Due esigenze assolutamente conciliabili perché da oltre cinquant’anni il Sumai è la garanzia per il Ssn solidale, equo e universale.

Dunque buon Congresso a tutti e ricordate: “Ora e sempre SUMAISTI!” 

Speciale Congresso

È on line l’ultimo numero di Medical Network. Lala: “Uno nuovo percorso è davanti a noi ma non sarà facile”

27 MAG - Pubblicato il numero 2-2016 della rivista dello specialista ambulatoriale. Leggi l’editoriale del segretario generale. VAI ALLA RIVISTA